Salute

di Mariateresa Truncellito

A volte l’organismo sembra sotto il tiro incrociato di tanti nemici della salute. E può succedere anche quando, in apparenza, non si può neppure dare la colpa allo stress. Scopri perché e come difenderti

di Mariateresa Truncellito

Specchio dell’anima? Sì, però... Se ti senti giovanissima, ma il tempo ha segnato il tuo sguardo, la cosmesi, la dermoestetica e la chirurgia possono aiutarti. E l’età dei tuoi occhi tornerà a essere quella del tuo cuore.

di Mariateresa Truncellito

Non saltare i pasti, colazione compresa. Mangia più proteine, ma senza rinunce inutili. Fai attività fisica. Tutte le dritte per consumare energia e conquistare una forma perfetta senza troppa fatica

di Mariateresa Truncellito

Dai Paesi del sole, ecco i tre ingredienti di bellezza del momento: esotici e naturali, mettono d’accordo le donne e i ricercatori. La cosmesi “etnica”, infatti, è molto trendy. Perché la sua efficacia, sperimentata da secoli, oggi trova conferme anche scientifiche in tutti i laboratori del mondo

Ti piacerebbe liberarti di qualche “difettuccio”? Buone notizie: se il tuo è un piccolo problema, puoi risolverlo con un’operazione che dura solo venti minuti e una spesa media di 1500 euro. E potrai tornare in ufficio nel giro di pochissimi giorni.

di Mariateresa Truncellito

È da un po’ che ci pensi: ti guardi allo specchio e vedi solo quel dettaglio che non va. Ti piacerebbe ravvivare lo sguardo, reso un po’ spento dalle palpebre pesanti. Magari è il naso che non ti soddisfa: senza quella punta a patata, ereditata da mamma, il tuo profilo migliorerebbe. O, ancora, sono le ginocchia troppo grosse che non vanno. Peccato per quella “ciccia” che le deforma, perché per il resto le tue gambe sono proprio belle, lunghe e dritte.

di Mariateresa Truncellito

L’inverno non ti piace: andresti subito in letargo. Non è che non apprezzi l’incanto di una nevicata o il divertimento di una giornata di sci. Ma il freddo non fa per te: per quanto ti copri, non riesci mai a difenderti abbastanza. Il disagio è peggiorato da mal di gola, tosse, naso umido. Per non parlare dei doloretti al collo o alle spalle per un semplice colpo d’aria. Se ti riconosci in questo ritratto, ecco un servizio dedicato a te. Quest’anno, per soffrire meno, affidati alla medicina dolce: omeopatia, fitoterapia, agopuntura e oligoterapia offrono molti rimedi alle donne freddolose come te. Per resistere di più alle basse temperature, prevenire i malanni e combatterli quando si fanno vivi. Così, senza bisogno di andare in letargo, ma anzi vivendo in pieno le bellezze dell’inverno, vedrai che la primavera stavolta arriverà in un baleno.

di Mariateresa Truncellito

Imprenditrice, libera professionista o commerciante. Tra i 33 e i 44 anni. Colta. Residente al nord-est o al centro. È il ritratto dell’italiano medio che si rivolge alla medicina omeopatica. Roba da ricche? Curarsi con l’omeopatia, in effetti, costa: viene praticata spesso privatamente e i “rimedi” sono a carico del paziente, anche se alcune mutue private, come la Casagit dei giornalisti o l’Enam degli insegnanti di scuole elementari e materne, li rimborsano almeno in parte. Non solo: l’omeopatia in Italia è più costosa che altrove. In Francia, in particolare, dove il popolarissimo Oscillococcinum costa 7,48 euro contro 14 euro da noi, secondo l’IMS/Nielsen. Ma lo si può trovare anche a 5 euro, se il farmacista d’oltralpe decide di fare più sconto alla clientela.

di Mariateresa Truncellito

Cambia la stagione e, complice la temperatura ballerina di questo autunno, arrivano puntuali i primi malanni. In attesa del freddo “vero”, che porterà la “vera” influenza, invece di ricorrere subito ai farmaci in molti preferiamo rivolgerci alle terapie naturali: almeno il 15 per cento degli italiani utilizza abitualmente le erbe medicinali.

di Mariateresa Truncellito

Il biglietto da visita della nostra bellezza è la pelle: uno specchio che riflette la nostra interiorità, i nostri stati d'animo, ma anche la capacità di volerci bene prendendoci cura di noi stesse. Per rimanere giovani a lungo non dobbiamo abusare del nostro organismo e adottare uno stile di vita sano, a cominciare da un'alimentazione corretta e da una moderata ma costante attività fisica.

di Mariateresa Truncellito

Diciamoci la verità: chi di noi non ha qualche buon motivo per la lamentarsi? Il collega zelante o quello troppo pigro. La vicina rumorosa. La fatica di arrivare a fine mese con lo stipendio. Il mal di schiena che ci tormenta. La suocera impicciona. Il marito che ci trascura. Fa caldo, fa freddo, non la smette più di piovere... Ogni fatto della vita, triste o lieto, fondamentale o marginale, può essere un valido pretesto. La lagna, oltre (si spera) a tenere lontana l’invidia, ha anche un effetto liberatorio: bisogna pur sfogarsi, che diamine! Certo, la prospettiva cambia quando a lamentarsi sono gli altri: quelli che appena li incontri (e non importa se si siamo visti solo il giorno prima) ci aggiornano sulle loro disgrazie, dal capufficio idiota al figlio che si è fatto l’ennesimo piercing. La tentazione di “scantonare”, facendo finta di non vederli è forte. Del resto, persino Dio, a un certo punto, ha perso la pazienza di fronte al piagnucoloso profeta Giona. Figuriamoci noi, comuni mortali!