Spettacolo

di Mariateresa Truncellito

La bambina "kattiva" è cresciuta. Tanto da dare l'assalto alle classifiche con la prima raccolta dei suoi successi: Irene Grandi, fiorentina doc, 31 anni, sta vivendo un momento magico. È appena uscito Irek, un disco che raggruppa i brani più rappresentativi della sua produzione musicale e due inediti: «Sconvolto così» e la scatenata «Per fare l'amore», rappresentata da un video-shock in cui la cantante fa l'amore con un carcerato chiedendogli addirittura un figlio, ma viene "beccata" dal secondino.

di Mariateresa Truncellito

«Quasimodo c’est moi». Quasimodo è il “gobbo di Notre-Dame”, il deforme, tragico protagonista dell’immortale capolavoro di Victor Hugo. Chi si identifica con lui è un Grande Ufficiale della Repubblica Italiana (dal 1999, per volere del presidente Scalfaro). Ma anche un gigante della canzone italiana, autore delle musiche di uno spettacolo pluripremiato (anche con il prestigioso World Music Award) visto da 3 milioni di spettatori in Europa e Canada, e di un disco che in Francia ha venduto 8 milioni di copie (rimanendo al vertice della classifica per oltre 4 mesi). Stiamo parlando di Riccardo Cocciante, compositore e interprete di brani diventati dei “classici” (da Margherita a Io canto, da Celeste nostalgia a Un nuovo amico), che è venuto in Italia per accompagnare la sua ultima, amatissima creatura: Notre-Dame de Paris, appunto, musical o meglio “opera-rock” ispirata al libro di Hugo e presentata con grandissimo successo (testi in francese, con sottotitoli) al Palaforum di Milano, dal 21 al 24 marzo 2001. Un antipasto, in attesa del piatto forte: la versione italiana dello spettacolo, realizzata da Pasquale Panella (autore di testi anche per Lucio Battisti) e anticipata dal disco, che sarà pronta per l’anno prossimo.

di Mariateresa Truncellito

Sogna di essere Cyrano, ma, è proprio il caso di dirlo, gli manca “la physique du role”. Alessandro Preziosi, 27 anni, napoletano, è bello, senza rimedio. Neppure un nasone posticcio riuscirebbe a rovinargli la faccia. La stessa che gli ha fatto conquistare migliaia di ammiratrici che, ogni giorno, si sintonizzano su Canale 5 per seguire le sue gesta (è il poliziotto Pietro Foschi) nella soap all’italiana Vivere. In compenso, la parte di Cristiano gli sta a pennello: e nei panni del bello cui mancano le parole d’amore per Rossana, è in scena al Teatro Litta di Milano, dal 23 gennaio al 4 febbraio 2001.